facebook-pixel

STORIE DI ORDINARIA ANORESSIA

STORIE DI ORDINARIA ANORESSIA

Le testimonianze di alcune ragazze anoressiche

Ci sono le storie drammatiche di Lucia e Paola – nomi di fantasia – e le loro testimonianze colme di lucidità ed emozioni. Come tante altre donne e ragazze – ad esempio Giada, arrivata a pesare appena 23 chili e salvata per tre volte – soffrono e combattono l’anoressia. Sono loro le protagoniste dello speciale «Se questa è una donna», in onda questa sera alle 20.05 su TvParma.

Una lunga immersione nel problema anoressia, disturbo del comportamento alimentare che colpisce in tutte le fasce d’età e che intreccia, in un rapporto morboso e ancora non del tutto indagato, corpo e mente, psicologia e impulsi fisici. Ci sono i racconti di donne e ragazze che hanno superato la malattia, le parole di medici ed operatori che se ne occupano all’ Ospedale Maria Luigia a Monticelli Terme e presso la casa d’accoglienza «In Volo» a Pellegrino.

Sono queste le strutture principali nel Parmense in cui si affronta l’anoressia, patologia femminile nel 90% dei casi, ma in rapida diffusione anche tra i maschi. In questi centri si interviene spesso per riportare ad una vita autentica e indipendente le ragazze anoressiche. Garantisce risposte e conforto, invece, il prezioso servizio telefonico «Filo Diretto AB».

Uno speciale che si fa condurre proprio dalle parole di donne, ragazze, medici, psicologi.

Guarda lo speciale su TV Parma >>

Per maggiori informazioni sul trattamento seguito presso l’Ospedale Maria Luigia presso il reparto DCA segui il link: Trattamento Disturbi Alimentari

STORIE DI ORDINARIA ANORESSIA was last modified: by
STORIE DI ORDINARIA ANORESSIA ultima modifica: 2013-09-11T13:07:01+00:00 da Paolo Artoni
Leggi anche
Rating: 5.0. From 1 vote.
Please wait...

Questo sito utilizza cookie per il suo corretto funzionamento. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi