Disturbi del comportamento alimentare

Disturbi del comportamento alimentare

La cura dei disturbi del comportamento alimentare

Il programma di cura per i disturbi alimentari proposto dall’Ospedale Maria Luigia prevede un trattamento individuale e di gruppo intensivo e multispecialistico. Il percorso di cura si rivolge, principalmente, a persone affette da anoressia nervosa, bulimia nervosa, disturbo da evitamento e restrizione del cibo e dell’introito calorico, disturbi da alimentazione incontrollata con o senza obesità ed altri disturbi dell’alimentazione (altrimenti specificati o non specificati).

Il programma di cura prevede una presa in carico globale da parte dell’equipe  multidisciplinare integrata. L’equipe DCA dell’Ospedale Maria Luigia è coordinata dal dott. Franco Scita ed è formata da medici psichiatri, medici internisti, psicologi psicoterapeuti, tecnici della riabilitazione psichiatrica, dietisti ed infermieri. Il percorso di cura per i disturbi alimentari proposto dall’Ospedale Maria Luigia si prefigge due macro obiettivi fondamentali:

  • la riduzione/risoluzione  dei fattori di mantenimento  “primari” del disturbo: es. deperimento organico e sindrome da digiuno indotta dalla malnutrizione per difetto, condotte patologiche di controllo del peso corporeo e delle calorie introdotte, abbuffate, restrizione cognitiva ed eccessiva preoccupazione per  il peso e dispercezione delle le forme del corpo
  • la risoluzione dei fattori di mantenimento “aggiuntivi”: es.  bassa autostima nucleare, perfezionismo clinico, disregolazione delle emozioni con impulsività, problemi interpersonali e di transizione di ruolo. L’obiettivo è il recupero di una qualità di vita soddisfacente e libera da pensieri e comportamenti patologici.

Il trattamento prevede un percorso altamente individualizzato inserito all’interno di un più ampio percorso di cura che prevede la partecipazione a diverse attività terapeutiche di gruppo. La modulazione tra attività individuali (ad es. psicoterapia individuale, esposizione allo specchio, riabilitazione nutrizionale, colloqui psichiatrici etc.) e di gruppo (gruppi di psicoterapia, di riabilitazione, psico-corporei, psico-educazionali etc.) consente di modulare l’intervento generale in base agli obiettivi, le risorse e i bisogni di ogni singolo paziente.

Il percorso di cura per i disturbi dell’alimentazione

Il percorso di cura per i disturbi dell’alimentazione proposto dall’Ospedale Maria Luigia non prevede l’utilizzo di strumenti per l’alimentazione “forzata”. Al contrario, il percorso gradualmente richiama ogni paziente ad un ruolo attivo e compartecipato nel percorso di trattamento, sviluppandone l’autonomia e le capacità di autodeterminazione.

Il controllo medico sulle condizioni metabolico-internistiche e sullo stato di nutrizione viene monitorato all’ingresso e durante tutto il percorso di cura. Viene garantito per ogni singolo paziente un controllo sistematico e ripetuto di un set di indicatori di laboratorio, completati dallo studio della funzionalità dei principali organi ed apparati del corpo.

Particolare attenzione viene posta alle famiglie che vengono coinvolte in uno specifico programma di aiuto e di sostegno secondo le più recenti metodologie proposte e mutuate dalla ricerca e dalla pratica clinica internazionale (il new maudsley model).

Parte integrante del programma di cura per i disturbi dell’alimentazione, nella prospettiva di garantire a ciascun paziente la continuità delle cure, è la definizione del percorso domiciliare attraverso il coinvolgimento attivo dei servizi territoriali e delle altre agenzie sanitarie a ciò specificatamente preposte.

Ricovero per disturbi dell’alimentazione

Il ricovero per disturbi dell’alimentazione risulta indicato nei casi in cui il trattamento ambulatoriale territoriale risulti inefficace o in situazioni di particolare severità del disturbo. Sono previste, in accordo con i servizi territoriali, due modalità di ricovero che possono essere proposte di volta in volta sia in continuità che singolarmente:

  • ricovero residenziale ordinario;
  • ricovero in day hospital (day hospital intensivo, dalle ore 8 alle ore 20 per sette giorni la settimana;

Il programma di cura per i disturbi dell’alimentazione proposto dall’Ospedale Maria Luigia è riconosciuto dalla Regione Emilia-Romagna (delibera di Giunta n°2582 del 16/12/2002 e successive).

contattaci

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Disturbi del comportamento alimentare was last modified: by
Disturbi del comportamento alimentare ultima modifica: 2013-08-09T11:16:58+00:00 da Paolo Artoni
No votes yet.
Please wait...

Questo sito utilizza cookie di terze parti per il suo corretto funzionamento. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi